Mamma al controllo veleni

In Italia ogni anno 68000 bambini incorrono ad incidenti domestici, tra cui molti sono causati da avvelenamenti.

I bambini fanno le loro scoperte attraverso la bocca e non sanno distinguere cosa è nocivo e cosa è interessante. Non sono d’aiuto nemmeno le loro piccole papille gustative che non mettono in guardia il piccolo esploratore, da una una sostanza pericolosa attraverso il gusto orribile.

Quindi, il modo per proteggere i bambini è quello di seguire alcune regole.

  • Mettere sotto chiave le sostanze pericolose o fuori dalla sua portata, considerando anche che se pur piccoli i bambini che gattonano, sono capacissimi di arrampicarsi su scale, sgabelli o cuscini.
  • Evitare di acquistare detergenti e prodotti per la casa in confezioni dai colori vivaci o che attraggono il bambino, e le sostanze tossiche dal profumo attraente tipo menta o limone, in modo da limitare la curiosità del bambino nel voler odorare il prodotto.
  • se possibile acquistare prodotti imballati a prova di bambino
  • Abituatevi a riporre le cose subito dopo l’uso, senza lasciar correre “un attimo” nel frattempo di un’attività. Un istante puo’ valere molto.
  • Conservare le cose da mangiare separatamente da quelle che non si mangiano e non mettere mai queste ultime nei contenitori vuoti per il cibo. Per esempio il detersivo per la lavatrice in una bottiglietta di succo di frutta o vasetto di marmellata ecc… I bambini imparano velocemente a identificare i contenitori degli alimenti senza comprendere a volte cosa ci sia dentro.
  • Seguire tutte le regole di sicurezza quando si somministra un farmaco
  • Non gettare mai nella pattumiera della cucina o cestini di casa, le sostanze potenzialmente pericolose.
  • Scegliere i prodotti relativamente meno pericolosi. Fra i prodotti per la casa a minor rischio ci sono i candeggianti NON A BASE DI CLORO, l’aceto, la soda per lavare, l’olio di limone, l’olio di oliva (per i mobili), la cera d’api,  la carta moschicida non chimica.
  • Mettere un cartellino con scritto VELENI su prodotti tossici o una X con nastro adesivo nero. In modo da far riconoscere al bambino di starne lontano.

Tutti i prodotti sotto elencati possono essere nocivi se ingeriti da un bambino.

  • Alcolici , Aspirina, Antigelo, olio, Varecchina, Veleni per insetti o topi, Detergenti per scarichi bloccati,  Cosmetici, Lucido per mobili, Pillole o gocce, Farmaci di ogni tipo, Colluttorio, Profumo, Prodotti per unghie, detersivi per lavastoviglie.

Un pensiero riguardo “Mamma al controllo veleni

  • 15 novembre 2017 in 9:32
    Permalink

    Articolo molto utile, con i bambini non si è mai attenti abbastanza!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *