come approcciarsi al bambino

Ci sono tre tipi di approcci educativi: AUTOREVOLE, AUTORITARIO E PERMISSIVO.

AUTOREVOLE: l’approccio è amorevole, positivo, che capisce le necessita’ di sviluppo del bambino, ma chiaro e fermo nel presentare e spiegare i limiti e le regole precise.

AUTORITARIO: i genitori sono dominanti, dimostrano poco affetto. Educano con punizioni e paure.

PERMISSIVO: in questo stile, si evitano regole e ci i aspetta che i bimbi  si auto gestiscano in comportamenti e decisioni da soli.

Gli studiosi, attraverso varie ricerche, hanno osservato che i bambini che subiscono lo stile educativo AUTOREVOLE sono socievoli, cooperativi, competenti, intellettualmente stimolati, confidenti, indipendenti, felici, e socialmente responsabili. Mentre, i bamini cresciuti in un ambiente AUTORITARIO tendono ad essere sospettosi, poco socievoli e scontenti, paurosi e sottomessi, lenti ad esplorare a meno che non siano fortemente interessati. I bambini, che vivono in ambiente PERMISSIVO, tendono ad essere dipendenti e infelici. Sono socievoli, amichevoli, afffabili, ma tendono ad essere immaturi, aggressivi, non sono perseveranti e non hanno fiducia in se stessi.

Alcuni genitori, prendono degli elementi di tutte le tre categorie, creandone poi un unico personale approccio educativo.

Non ci vuole molto a capire che l’approccio migliore sia quello autorevole, che punta a creare una struttura educativa libera per il bambino, ma sempre all’interno di un confine preciso. Certo non è facile, ma essere genitori è il lavoro più difficile e complicato del mondo, si sa.

L’esperta, ci aiuta dicendo così:” I genitori, devono far sentire i propri figli accettati, trasmettendo in loro, un forte senso di sicurezza. Devono stabilire pochi ma chiari limiti rinforzati dalla coerenza.

2 pensieri riguardo “come approcciarsi al bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *